Colture superintensive di ulivo

Colture superintensive di ulivo

L’oliveto superintensivo è un nuovo e rivoluzionario modello agronomico promosso da Agromillora più di 30 anni fa con l’ambizione di risolvere molti degli inconvenienti a cui gli agricoltori dovevano far fronte nelle colture tradizionali, ottenendo colture molto più redditizie ed efficienti per i nostri clienti.

Ricevi le ultime notizie sulle colture colture superintensive >

CARATTERISTICHE DEL SISTEMA

Oliveto in filari

• Impianto in filari con piante Smarttree.

• Propagazione clonale di varietà a bassa vigoria.

• Varietà con entrata rapida in produzione.

• Sesti di impianto (3-4 x 1-1,5 m). Alta densità di impianto (+1.600 piante/ha).

• Orientamento: N-S permette di ridurre la distanza fra i filari senza creare ombreggiatura.

• Raccolta con macchina scavallatrice.

• Potatura completamente meccanizzata.

VANTAGGI

Oliveto in filari

Maggiore produttività per unità di superficie.

Meccanizzazione totale dal momento dell’impianto, con l’obiettivo di ridurre i costi e il lavoro.

Entrata anticipata in produzione, con un ammortamento più rapido degli investimenti.

Riduzione del lavoro di coltivazione e risparmio di manodopera, sempre più scarsa e costosa.

Raccolta completamente meccanizzata: maggiore velocità ed efficienza mediante macchine scavallatrici.

Alta qualità dell’olio ottenuto, 100% extra vergine.

VARIETÀ DI ULIVI COMPATIBILI CON IL SISTEMA SUPERINTENSIVO

Oliveto in filari

La scelta della varietà è uno degli aspetti fondamentali per raggiungere gli obiettivi di un impianto superintensivo.
Per questo sistema abbiamo a diposizione sei varietà che si adattano alle diverse condizioni agroclimatiche e di coltivazione, e che rispondono alle rigorose esigenze del settore oleicolo.

NUOVE SFIDE IN COLTURE SUPER INTENSIVE

CONFRONTO DELLE SPECIE

Oliveto in filari

Resistenza

Resistenza all’occhio di pavone

Indice di produttività

Scala di vigoria

Tempo di maturazione

CARATTERISTICHE DELLE PIANTE DI ULIVO

Oliveto in filari

Sesto di impianto

I sesti di impianto attualmente più diffusi vanno dai 3-4 m di distanza da un filare all’altro e da 1-1,5 m tra le piante. Ciò significa una densità di impianto superiore alle 1.600 piante/ha. La scelta di un sesto di impianto adatto alle caratteristiche agroclimatiche della zona in questione e alla varietà scelta è fondamentale per il successo dell’impianto.

Produzione

L’entrata in produzione è molto rapida, raggiungendo già nel terzo anno di impianto una produzione di 3-4 t/ha. I risultati ottenuti in questi anni di esperienza nelle diverse zone olivicole forniscono valori di una produzione sostenuta tra 8-12 t/ha. Negli impianti in zone calde, con un’adeguata gestione delle colture, sono state ottenute produzioni fino a 16 t/ha.

Redditività

I sesti di impianto attualmente più diffusi vanno dai 3-4 m di distanza da un filare all’altro e da 1-1,5 m tra le piante. Ciò significa una densità di impianto superiore alle 1.600 piante/ha. La scelta di un sesto di impianto adatto alle caratteristiche agroclimatiche della zona in questione e alla varietà scelta è fondamentale per il successo dell’impianto.

Qualità della raccolta

La raccolta meccanizzata effettuata nell’oliveto superintensivo fa sì che i frutti vengano raccolti ad un corretto stato di maturazione, con il minimo danno, oltre a permettere una consegna rapida al frantoio per la molitura. Questi fattori sono decisivi quando si tratta di ottenere un olio extra vergine di oliva (100% olio extra vergine) con straordinarie qualità organolettiche.

Smarttree è un formato di pianta appositamente progettato per il sistema superintensivo. Le piante Smarttree permettono un notevole risparmio nell’impianto e nella gestione delle colture e rappresentano la soluzione perfetta per nuovi impianti ad alta densità, sia di ulivi, sia di alberi da frutto a nocciolo e frutta secca. In questi ultimi due casi, il tandem formato dalla serie di portainnesti nanizzanti Rootpac 20 e l’ampia gamma di varietà da innestare che Agromillora mette a disposizione dei propri clienti, costituisce la migliore risorsa per affrontare con successo i progetti di impianti superintensivi.

Scopri di più sul marchio Smarttree >

CARATTERISTICHE DI SMARTTREE

Oliveto in filari

• Meccanizzazione totale dal momento dell’impianto, a differenza della formazione ad asse centrale, che comporta un notevole risparmio di manodopera.

• Massima qualità genetica e sanitaria.

• Riduzione dei tempi di produzione in vivaio.

• Pianta palizzata di 60 cm di altezza con numerosi rami da 50 cm in su.

• Forte sistema radicolare sviluppato nel substrato inerte.

• Pianta dotata di una copertura in plastica per la protezione dall’uso di erbicidi nel momento dell’impianto e per la prevenzione da eventuali germogli.

• Facilità di trasporto e di impianto.

• Efficienza del processo di produzione.

Impianto meccanizzato. Impiantare in sistemi superintensivi è un processo molto efficiente e altamente tecnologico. Prima di impiantare, il terreno (con un pendio non superiore al 20%) deve essere adattato, vanno scelte le varietà, il sesto di impianto e l’orientamento dei filari. Attualmente, con il formato di piante Smarttree con protettore, le rese di impianto superano le 6.000 piante al giorno.

Potatura meccanizzata. La potatura è senza dubbio uno dei compiti più importanti sia per gli ulivi che per altri alberi da frutto. Il sistema superintensivo consente di meccanizzare la potatura a un livello elevato riducendo significativamente i costi operativi. Con l’uso del nostro nuovo e rivoluzionario formato di pianta Smarttree, la potatura può essere completamente meccanizzata, aumentando notevolmente la redditività delle colture. L’obiettivo della potatura è quello di mantenere l’uliveto produttivo, con un corretto rapporto legno/foglia e adattarlo alle dimensioni della macchina di raccolta.

Raccolta meccanizzata. Raccolta meccanizzata al 100%. Vengono utilizzate le stesse macchine utilizzate per la vendemmia dell’uva. Si ottiene una raccolta del 98% dei frutti con danni minimi sia all’oliva che all’albero. Le rese possono arrivare fino a 1,5-2 ore/ha e i costi di raccolta oscillano tra 0,03-0,06 €/kg. Questo tipo di raccolta permette di raccogliere le olive ad un corretto stato di maturazione e anche di consegnarle velocemente al frantoio per la molitura, diminuendo il rischio di deterioramento dei frutti stessi e la probabilità che l’olio assuma sapori o aromi indesiderati.

Formazione del filare. Agromillora ha reso obsoleto il sistema superintensivo tradizionale, con la formazione ad asse centrale, incorporando il nuovo sistema di formazione vegetativa libera delle piante Smarttree, che consente una meccanizzazione totale del lavoro in termini di realizzazione dell’impianto, di formazione del filare e di potatura, e permette quindi una significativa riduzione dei costi.

VANTAGGI DELLA FORMAZIONE SMARTTREE

Oliveto in filari

Meno investimenti iniziali, in quanto non richiede pali o fili.

Diminuzione del lavoro richiesto durante la formazione, in quanto non viene eseguita alcuna legatura.

Entrata in produzione per ettaro più rapida: le piante vengono solo spuntate; i rami di una pianta Smarttree®, che già inizialmente presenta un maggiore sviluppo in vivaio, non vengono mai repressi.

Meno rilevanza di attacchi di insetti che possono danneggiare la gemma apicale.

Primi impianti in Andalusia (2000) Impianti attuali (2015)
Varietà Arbequina Arbequina, Arbosana, Koroneiki, Sikitita, Oliana
Sesti di impianto 3*1.35, 4*2, 5*3 3.5*1.35 / 3.5*1
Sistema di formazione Asse centrale Sistema Smarttree (libero)
Struttura di supporto Pergolato (tutori 2,2m + pali + filo) Tutore 70-80 cm
Costo di impianto + -
Potatura Manuale di formazione e su ulivi in produzione Completamente meccanizzata (formazione e produzione)
Tempo di raccolta 2-2,30 h/Ha 1,5-2 h/Ha
Personale richiesto + -
Produzioni medie >12.000 Kg
Durata dell’impianto ? >18
Oliveto superintensivo ecologico ? +
Oliveto superintensivo a secco ? +

EVOLUZIONE DEGLI OLIVETO SUPERINTENSIVO

Oliveto in filari

1996 1996
1997 1997
2000 2000
2005 2005
2009 2009
2011 2011
2020 2020

1996

Prima raccolta meccanica in Valonga.

1997

Arbosana, la prima piantagione commerciale a La Boella.

2000

Olint, primo numero.

2005

Topping e potatura meccanica, prime prove a Vallaserra.

2009

Nuove varietà: Sikitita, Oliana e Lecciana.

2011

Smarttree®, prima piantagione a Caspe.

2020

25 ° anniversario della prima raccolta delle olive in superintensivo.

NUOVE SFIDE DEL OLIVETO SUPERINTENSIVO

Oliveto in filari

In Agromillora accumuliamo più di 30 anni di esperienza nella coltivazione dell’olivo in sistemi superintensivi e continuiamo a fornire la massima diffusione a soluzioni e innovazioni per metterle al servizio di tutti i produttori e professionisti del settore olivicolo. Come conseguenza di questa esperienza, siamo in grado di anticipare e comprendere le nuove sfide che l’oliveto dovrà superare in futuro ad altissima densità.
Iscriviti alla nostra newsletter e tieniti aggiornato sulle ultime novità del settore.

Newsletter

Se vuoi essere aggiornato sulle ultime notizie e sulle novità, puoi iscriverti alla nostra newsletter.